Un vaccino contro l’eroina?

di Fabiana Commenta

I ricercatori statunitensi mettono a punto un vaccino che potrebbe annullare gli effetti dell’eroina e combattere la tossicodipendenza

eroinaUn vaccino per combattere la dipendenza dall’eroina: arriva dagli Stati Uniti e potrebbe essere disponibile presto anche per l’uomo.

Messo a punto in uno studio pubblicato sull‘Accademia delle Scienze degli Stati Uniti e condotto da un gruppo di ricercatori coordinati dall’Istituto di ricerca Scripps in California, il vaccino andrebbe ad agire direttamente sul cervello impedendone l’afflusso di particolari sostanze psicoattive nel sangue. Il vaccino, agendo direttamente sul cervello, andrebbe a bloccare concretamente gli effetti dell’eroina del cervello allontanando anche la possibilità di un’eventuale ricaduta, come spesso accade anche dopo una disintossicazione.

Il vaccino insomma rappresenterebbe una vera e propria rivoluzione anche perché sarebbe in grado di annullare del tutto gli effetti legati alla droga: fino a questo momento non era ancora stato testato nulla del genere anche se esistono tutta una serie di farmaci che sono in grado di contrastare i numerosi effetti collaterali legati alla disintossicazione dall’eroina.

Lo studio sui ratti ha dimostrato che i topi già affetti da dipendenza riprendono a utilizzare la droga, un comportamento che non si verifica nei topi già vaccinati. La sperimentazione sull’uomo deve ancora prendere il via, ma il vaccino, se fosse realmente efficace, potrebbe affiancare i trattamenti farmacologici già in uso per le terapie di disintossicazione.

CURARE LA DIPENDENZA DA EROINA CON IL SISTEMA IMMUNITARIO

Il nuovo vaccino infatti non sarebbe neppure incompatibile con il metadone, uno dei farmaci principali già utilizzati nelle terapie di disintossicazione e potrebbe essere affiancato ai trattamenti standard oppiacei che includono anche antidolorifici come la codeina o l’ossicodone senza alterarne gli effetti.

La sperimentazione sull’uomo dovrebbe prendere il via molto presto e secondo i ricercatori il vaccino anti eroina potrebbe essere concretamente utilizzato come valido mezzo di disintossicazione di circa dieci milioni di persone nel mondo dipendenti da eroina. 

Nonostante non sia più popolare come negli scorsi anni, sono molti gli individui attirati dagli effetti di una potentissima droga che deriva dalla morfina e che riproduce, amplificando, gli effetti delle endorfine naturali che regalano una sensazione di benessere e di sollievo dal dolore.

 

 

 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>