Film vietati inducono al bere gli adolescenti

di Luca Bruno Commenta

Almeno un quarto dei ragazzi esposti a film vietati ai minori ha provato a consumare alcool all'insaputa dei genitori.

televisione

Secondo un recente studio di ricercatori della Dartmouth Medical School negli Stati Uniti, gli adolescenti che guardano film vietati (secondo il criterio di valutazione statunitense denominati R-rated, visibili solo sopra i 17 anni) hanno una più alta propensione al bere rispetto ai coetanei i cui genitori sono meno permissivi e quindi non permettono ai loro figli l’accesso a certi tipi di pellicole.
La ricerca è stata condotta su un campione di 2.406 ragazzi, seguiti in un primo momento attraverso questionari e, a distanza di 13 e 26 mesi attraverso interviste telefoniche.

I ricercatori hanno confrontato l’uso di alcool nei partecipanti, dai 10 ai 14 anni di età, e l’eventualità che questi avessero guardato uno dei 23 film presenti in un elenco di film R-rated.

In questo modo hanno osservato che almeno un quarto dei ragazzi esposti a tali pellicole avesse provato a consumare alcool all’insaputa dei genitori, mentre nei ragazzi che non avevano accesso a determinati film la percentuale di coloro che avevano provato l’alcool si attestava a non più del 3%.

Una ricerca, pubblicata sulla rivista Journal of Studies on Alcohol and Drugs, che rileva l’importanza che può avere l’esposizione a determinati contenuti su un pubblico, quello degli adolescenti, particolarmente sensibile.

Il fatto che i film R-rated siano sconsigliati ai ragazzi, concludono i ricercatori, non significa che i genitori debbano essere più indulgenti se i ragazzi guardano film PG-13, quelli che negli Stati Uniti a grandi linee corrispondono in Italia ai film vietati ai minori di 14 anni.

Secondo i ricercatori infatti molti di questi contengono comunque contenuti sensibili, e molti in realtà andrebbero inclusi nella categoria dei film R-rated.

Fonte USAToday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>