Perdere peso con lo smartphone

di Luca Bruno Commenta

Tenere conto delle calorie acquisite, monitorare il proprio peso corporeo, avere a disposizione tabelle sull'apporto calorico di determinati cibi, ecco le funzionalità base delle applicazioni per perdere peso disponibili su smartphone.

smartphone

Ci sono sempre novità nel mondo delle diete e degli strumenti per perdere peso. L’ultima frontiera sicuramente è rappresentata dal telefonino, che sempre più spesso offre, nella versione smartphone, una serie di funzionalità ulteriori oltre a quelle tradizionali della messaggeria, e della comunicazione telefonica.
Il New York Times riporta come siano in aumento le applicazioni disponibili per il download su diversi dispositivi, dall’iPhone al BlackBerry ai Droid, che vengono proposti come metodo efficace per perdere peso.

Ma come funzionano? Spesso in maniera molto semplice: l’utilizzatore ha a disposizione una serie di tabelle, attraverso le quali può registrare e calcolare l’apporto calorico giornaliero, il peso corporeo ed un’altra serie di dati utili a monitorare l’andamento della sua dieta e del suo peso corporeo.

Le applicazioni in questione sono spesso semplici, divertenti e spesso anche disponibili gratuitamente, ed aiutano notevolmente l’utente ad apprendere come fare per bilanciare l’apporto calorico e monitorare il proprio stato di salute rispetto al peso.

Ad oggi tuttavia non ci sono dati su quanto queste applicazioni siano in effetti efficaci, e quanto valgano rispetto ad una dieta tradizionale, perchè, essendo una novità, non sono ancora disponibili o realizzabili studi a lungo termine.

In ogni caso la loro popolarità tra i consumatori sta aumentando esponenzialmente. Come nel caso di LoseIt, che di recente, su iTunes Store, ha raggiunto i cinque milioni di download.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>