Operazione chirurgica per il diabete?

di Luca Bruno Commenta

In pazienti diabetici si è osservata una compressione arteriosa nel cervello: la rimozione chirurgica di questa sembra efficace nel migliorare le capacità metaboliche nei diabetici.

strumenti chirurgici1

Un’operazione chirurgica in grado di ridurre la pressione dei vasi sanguigni in una specifica regione del cervello, in un’area in cui vengono regolate alcune funzioni vitali per il corpo, sembra migliorare la capacità dei diabetici di controllare il glucosio.
Lo sostiene un gruppo di medici del Allegheny General Hospital di Pittsburgh negli Stati Uniti, specializzati già da tempo nell’uso della decompressione vascolare per trattare condizioni come vertigini e spasmi.

In precedenti ricerche il team avevano già notato che nel 100% dei casi un piccolo gruppo di pazienti diabetici da loro sottoposti ad operazioni non collegate al disturbo metabolico si osservava la compressione arteriosa del nervo vago nella regione antero laterale del midollo allungato.

La regione si trova nella parte superiore del midollo spinale e controlla funzioni di base per l’organismo come la respirazione e la regolazione della temperatura corporea.

Lo studio, pubblicato su Surgical Neurology International, riporta come in dieci pazienti affetti da diabete di tipo 2 il sollevamento ed il riposizionamento di un’arteria che si trova accanto al nervo vago ha avuto come effetto in questi un miglioramento delle funzioni metaboliche.

Sette su dieci hanno mostrato di rispondere positivamente ai test sul controllo del glucosio, misurata attraverso il rilevamento dei livelli di emoglobina A1c, del glucosio nel sangue e dell’insulina.

I risultati, sebbene di limitate dimensioni per numero di casi, sono comunque da considerare, secondo gli autori come un passo avanti nella comprensione del ruolo che possono avere le compressioni arteriose che agiscono sul sistema nervoso centrale nei diabetici, e se la chirurgia possa essere una terapia efficace per curare questo sottoinsieme significativo di pazienti diabetici.

Fonte LosAngelesTimes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>