Batteri presenti nella saliva biomarcatori dell’obesità

di Luca Bruno Commenta

Il 98,4 per cento delle donne in sovrappeso potrebbero essere identificate grazie alla presenza di una specie batterica.

batteri

La diffusione dell’obesità nel mondo occidentale è quasi considerata un’epidemia, al pari di altre malattie.
Per questo motivo, oltre a vari fronti di ricerca si cerca di stabilire se ci sia un qualche agente infettivo che in qualche misura possa sviluppare la tendenza a diventare sovrappeso. Le attenzioni dello studio pubblicato su Journal of Dental Research, organo ufficiale della International and American Associations for Dental Research, si sono concentrate sui batteri presenti nel cavo orale.

I ricercatori hanno analizzato la popolazione batterica di campioni di saliva prelevati da 313 donne in sovrappeso, con un indice di massa corporea compreso tra 27 e 32.

I dati raccolti sono stati confrontati con quelli di un gruppo di controllo di 232 persone di peso normale che avevano partecipato ad un precedente studio sulle malattie parodontali.

In percentuali medie, sette su 40 specie di batteri sono risultati essere presenti in una misura superiore al 2% nella saliva delle donne in sovrappeso.

Grazie alle analisi microbiologiche della composizione salivare si è inoltre scoperto che il 98,4 per cento delle donne in sovrappeso potrebbero essere identificate grazie alla presenza di una specie batterica, Selenomonas noxia presente in livelli superiori dello 1,05% sul totale della popolazione batterica.

L’analisi di questi dati suggerisce che la composizione dei batteri presenti nella saliva cambia nelle donne in sovrappeso.

Questa specie batterica potrebbe dunque servire come indicatore biologico del possibile sviluppo di fenomeni di obesità e di condizioni di sovrappeso. Resta ancora da capire se tali batteri, oltre ad essere interessanti marcatori biologici, possano in qualche modo essere anche agenti attivi nello sviluppo dell’obesità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>