Sintomi scarlattina

di Luca Bruno 1

Diagnosticare la scarlattina, una malattia esantematica provocata dal batterio Streptococco betaemolitico di gruppo A, è alquanto facile grazie alla sua espressione tipica, le macchie rossastre che compaiono sulla pelle.

scarlet20fever2

Diagnosticare la scarlattina, una malattia esantematica provocata dal batterio Streptococco betaemolitico di gruppo A, è alquanto facile grazie alla sua espressione tipica, le macchie rossastre che compaiono sulla pelle, in generale nelle aree del collo, dell’inguine, delle ascelle per poi estendersi in tutto il corpo.
Le macchie rossastre della scarlattina possono sembrare assai simili a quelle provocate da semplici arrossamenti della pelle, provocati per esempio da espressioni allergiche o da irritazioni di vario genere.

Se si osservano le macchie da vicino però, in presenza di scarlattina si scopre che esse sono formate da minuscoli puntini arrossati della dimensione massima di 1 mm, fittamente agglomerati ma bene separati l’uno dall’altro.

Un fenomeno tipico della manifestazione del disturbo è il fatto che mentre tutto il corpo si ricopre di queste macchie rosse, alcune zone specifiche non vengono colpite, attorno al naso, alla bocca ed al mento.

La scarlattina è più comune nel bambini fino ai 10 anni di età, ed il contagio avviene per via aerea.
La malattia si manifesta dopo 3 o 4 giorni dopo aver contratto il batterio, con l’insorgere di febbre anche molto elevata soprattutto nei primi due giorni di malattia, mal di testa e male alla gola ed altri sintomi collaterali, come vomito e dolori addominali.

Dopo questa prima fase si verifica la comparsa delle macchie rosse in un lasso di tempo di 1 o 2 giorni.

Un altro sintomo tipico della scarlattina è l’aspetto della lingua, che dopo un primo periodo in cui si copre di una patina biancastra, in seguito diventa di un colore rosso acceso con le papille gustative ben in evidenza. Scientificamente tale fenomeno viene denominato “lingua a fragola rossa”.

Generalmente le macchie scompaiono entro 7 giorni, lasciando come traccia la pelle che si desquama in piccole scaglie.

Commenti (1)

  1. questo inverno ho sofferto di,…tante bollicine sul viso accompagnate col prurito,iniziando sotto il mento e ancora li ho alle spaccature,cioe’gli angoli del nasoper tutto il viso ,rossore mi aveva preso anche gli occhi,il mio dermatologo lo chiama rosacea….,nn e’finito ora ho prurito per le gambe pancia petto e’quanto piu’mi gratto e piu’mi riempio,sono bollicine che lasciano croste,forse per motivo che mi gratto,ma nn la smetto da proprio fastidio nn so’come fare,ho notato anche bolle rosse piatte e larghe.che cosa e’?ci vuole una cura nn ne posso proprio piu’.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>