Colesterolo alto non è dannoso non il cuore

di Fabiana Commenta

Smentita la correlazione fra colesterolo alto e malattie cardiovascolari?

Colesterolo alto e trigliceridi sono sempre stati considerati la causa delle malattie cardiovascolari: ma è davvero così?

Forse no visto che a sfatare il mito della pericolosità del colesterolo alto e della sua correlazione con la salute del cuore è intervenuto il dottor Johnny Bowden che nel suo ultimo libro “Il Grande mito del Colesterolo” spiega chiaramente che ridurre il colesterolo non solo non aiuta a prevenire le malattie cardiache, ma che i livelli alti di colesterolo non indicano neppure la presenza di una malattia cardiaca.

 

Addirittura secondo Bowden non esisterebbero neppure differenze sostanziali fra l’HDL, considerato il colesterolo buono e l’LDL, considerato il colesterolo cattivo. Si tratta di una revisione totale, ma la questione è alquanto controversa anche perché fino a questo momento si è sempre pensato che la presenza di malattie cardiovascolari fosse intrinsecamente legata a valori lati di colesterolo.

E invece secondo Bodwen non è detto che sia così: dati alla mano, secondo Bodwen il 50% dei pazienti ricoverati negli ospedali Usa a causa di malattie cardiovascolari ha un colesterolo normale e il 50% delle persone con livelli alti di colesterolo non presentano malattie cardiache.

 

COLESTEROLO E PRESSIONE ALTA

 

E allora perché i valori del colesterolo sarebbero stati così sopravvalutati? In realtà ci sono molti altri fattori peggiori del colesterolo da considerare che possono compromettere seriamente compromettere la salute del cuore e delle arterie: Bodwen parla di stress, uso eccessivo di zucchero nella dieta, ma anche d’infiammazione organica.

In pratica secondo la teoria di Bodwen non sarebbe più necessario concentrarsi solo ed esclusivamente sull’elemento colesterolo come unico fattore di rischio per la nostra salute: i fattori di rischio sono invece molteplici e a scopo preventivo la migliore difesa resta sempre la stessa e cioè impegnarsi per uno stile di vita sano, seguendo una dieta alimentare corretta e fare movimento evitando la sedentarietà. 

 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>