Bruxismo causato da disturbi psicologici

di Fabiana Commenta

Scoperto che le cause del bruxismo sono solo di carattere psicologico

Il bruxismo è un disturbo in costante crescita che interessa oltre il 10% degli italiani. Si tratta di un disturbo che porta il paziente a digrignare costantemente e con forza i denti soprattutto la notte.

Ovviamente si manifesta in modo inconsapevole ed è un disturbo che può addirittura arrivare a danneggiare la struttura dei denti e o a causare forti cefalee. Parliamo in questi casi di situazioni abbastanza gravi, ma è anche vero che le il numero delle persone che soffrono di bruxismo sembra destinato ad aumentare in concomitanza con la crisi economica.

Apparentemente sembra non essersi alcun legame fra la crisi e il bruxismo, ma non è così. Sembra infatti che le cause del bruxismo siano solo ed esclusivamente di natura psicologica: è quanto sostengono gli specialisti del settore odontoiatrico in occasione di un incontro recentemente promosso a Roma dall’Associazione nazionale dentisti italiani (Andi).

Gli esperti sono riusciti a stilare un identikit completo del paziente tipico che soffre di bruxismo: si tratta generalmente di una persona formale e alquanto controllata e perbene nei suoi atteggiamenti che però non riesce ad esprimersi liberamente. Ed è proprio questo il suo problema: per poter scaricare lo stress accumulato durante la giornata aspetta soprattutto la notte, l’unico momento in cui riesce ad esprimersi liberamente proprio digrignando inconsciamente i denti.

Come si risolve il bruxismo? Secondo gli esperti del settore è necessario rivolgersi al proprio dentista che consiglierà l’uso di un apposito byte, una sorte di mascherina morbida che funge da cuscinetto fra le due arcate impedendo lo sfregamento dei denti.

 

RIMEDI CONTRO IL BRUXISMO

Molti pazienti però tendono a rimandare l’appuntamento dal dentista per il byte (che è su misura) per evitare di affrontare la spesa e tentano un approccio fa i da te, criticato dai dentisti, ma preferito da molti. A parte il byre universale che può essere acquistato in farmacia è anche possibile tentare d’intervenire con rimedi di carattere naturale che aiutano ad eliminare la causa stessa, come i massaggi, lo yoga o i Fiodi di Bach.

thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>