Proteggere gli occhi dalle allergie

di Fabiana Commenta

Qualche consiglio pratico dalla Commissione Difesa Vista su come proteggere gli occhi dalle reazioni allergiche

allergia occhiLa primavera continua a fare i capricci, ma nonostante gli alti e i bassi rappresenta sempre un problema per gli oltre 10 milioni d’italiani allergici, soprattutto donne, ma anche bambini.

Con il sopraggiungere delle allergie però è necessario proteggere non solo le vie respiratorie, ma anche prestare particolare attenzione agli occhi. 

A stilare una lista completa di una serie di accorgimenti per meglio proteggere gli occhi, particolarmente delicati nel periodo delle allergie, è la Commissione Difesa Vista.

Tra l’altro, Francesco Loperfido, consulente della Commissione, spiega che a prestare particolare attenzione agli occhi dovremmo essere un po’ tutti: a scatenare le allergie infatti sono soprattutto i pollini, anche se le sostanze allergene possono celarsi praticamente ovunque, anche nei peli degli animali domestici o nella polvere. 

 

Dunque per evitare o almeno ridurre i fastidi agli occhi legati alla congiuntivite e agli arrossamenti bastano pochi semplici gesti.

Tutti, ma in particolare chi indossa le lenti a contatto dovrebbe sempre utilizzare gli occhiali da sole per ridurre il rischio che gli allergeni si depositino sulle lenti, ma anche per ridurre l’esposizione alla luce che spesso peggiora la fotofobia. Nei casi gravi allergia sarebbe addirittura consigliabile utilizzare lenti a contatto giornaliere in modo tale da poter gettare quotidianamente le lenti senza correre rischi di peggiorare la situazione.

 CIBI PER PROTEGGERE GLI OCCHI 

Sconsigliabile anche strofinare gli occhi, nonostante il prurito: strofinare gli occhi favorisce il rilascio di istamina che aumenta il senso di prurito stesso.

Chi soffre di allergia dovrebbe sempre portarsi dietro anche in vacanza dietro degli anti allergici non cortisonici visto che il cambiamento climatico può provocare delle allergie mai manifestate fino a questo momento. In questo caso anche le salviette umidificate possono essere utili per pulire il bordo palpebrale. 

Inoltre mai sottovalutare la congiuntivite che potrebbe addirittura causare danni alla superficie degli occhi. È bene rivolgersi all’oculista per rimediare attraverso colliri al cortisone anche se i soggetti con allergia conclamata possono cominciare l’applicazione del collirio antiallergico già 15 giorni prima del periodo di esplosione dell’allergia. 

 

È importante capire l’allergia può manifestarsi anche in età adulta e da un momento all’altro: alla comparsa improvvisa dei primi sintomi è necessario effettuare dei semplici test come lo skin prick test e la ricerca degli anticorpi specifici, le IgE, per confermare l’eventuale allergia e intervenire con la terapia più adatta.

 

 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>