Le polveri nocive in casa provengono in gran percentuale da fuori

di Luca Bruno Commenta

La maggior parte della polvere che ricopre mobili e pavimenti di casa proviene da fuori e può costituire una significativa minaccia per la salute.

pulizie

La maggior parte della polvere che ricopre mobili e pavimenti di casa proviene da fuori e può costituire una significativa minaccia per la salute.
Lo affermano ricercatori statunitensi della University of Arizona, che recentemente hanno sviluppato al computer un modello grazie al quale era possibile monitorare la presenza di particelle presenti nell’ambiente domestico, sia sul pavimento e sui mobili che in sospensione nell’aria.

Secondo i dati elaborati dall’equipe di scienziati, il 60% della polvere presente in casa proviene dall’esterno, mentre il restante 40% è invece domestico, tra questi ultimi le scaglie di pelle morta e la polvere creatasi dalle fibre di tappeti, imbottiture e mobilia.

Le polveri provenienti dall’ambiente esterno all’abitazione possono essere potenzialmente più nocive, perchè in esse si possono trovare piombo, arsenico ed altre sostanze pericolose.

Queste polveri nocive potrebbero essere particolarmente dannose soprattutto nelle case abitate da bambini, che più facilmente entrano in contatto con queste perchè toccano e mettono in bocca gli oggetti di casa, in particolare i giocattoli.

Gli autori dello studio, pubblicato recentemente su Environmental Science & Technology, sostengono che il loro modello potrebbe essere utile per valutare il modo migliore per ridurre le componenti nocive dalla casa e l’esposizione a queste per l’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>